I luoghi comuni su chi insegna yoga chiariti da un’insegnante

SILVIA SCOPELLITI

Otto luoghi comuni sugli insegnanti di yoga.

Dopo anni passati ad insegnare, ho deciso di  dare la mia opinione su alcuni luoghi comuni legati agli insegnanti di yoga e allo yoga in generale.

  1. Gli insegnanti di yoga sono calmi. Non necessariamente chi insegna yoga è calmo. Di solito, chi lo insegna (almeno per esperienza personale) è stato portato da alcuni eventi della vita o da alcune riflessioni a decidere di dedicare almeno parte della propria vita all’insegnamento. Molto spesso accade che chi insegna ha semplicemente una maggiore consapevolezza del percorso che deve intraprendere per migliorarsi come persona e,  in qualche modo, vuole aiutare altre persone ad intraprendere lo stesso percorso.
  2. Chi insegna yoga è povero/Chi insegna yoga è ricco. Chi insegna yoga non è né necessariamente né povero né ricco. I centri di yoga in generale non pagano molto. Le lezioni private fanno guadagnare molto di più. Fin quando si insegna solo qualche ora a settimana non si guadagna granché ma con l’esperienza si inizia ad essere più remunerati. Se si collabora con brand, si apre un proprio studio (fisico o online) le possibilità di profitto aumentano ancora.
  3. Chi insegna yoga è antipatico. Chi insegna yoga non è necessariamente simpatico. Gli insegnanti sono persone e come qualunque persona che incontriamo può starci simpatica o no. Il mio consiglio è di provare sempre più insegnanti per trovare quelli che più sono in sintonia con voi.
  4. Chi insegna yoga è snodato e fortissimo. Gli insegnanti di yoga non sono necessariamente capaci di fare tutte le asana più difficili. Ricordatevi questo: la bravura nell’insegnamento non per forza coincide con la bravura nell’esecuzione delle posizioni. Possono esserci degli insegnanti bravissimi ad insegnare ma che non sanno fare posizioni avanzate. Allo stesso modo, chi è bravo ad eseguire può non essere altrettanto bravo a seguire i praticanti o a parlare in pubblico in modo chiaro e disinvolto.
  5. Chi insegna yoga è una persona virtuosa. I maestri di yoga possono anche essere molto superficiali. Non date quindi per scontato che chi insegna yoga abbia davvero a cuore i principi su cui questa disciplina si basa. Piuttosto, andare a ricercare chi invece li ha a cuore.
  6. Chi insegna yoga è magro.  Chi insegna yoga può avere un fisico normale. Non fate l’errore di scegliere un insegnante  in base all’aspetto fisico. Se proprio volete inserire un filtro di scelta, fatelo in base a ciò che vi può insegnare. Lo yoga non è fitness.
  7. Chi insegna yoga è vegetariano. E’ vero, spesso accade, ma questo avviene anche perché la non-violenza, Ahisma, è uno dei precetti su cui si poggiano Induismo, Buddismo, e Giainismo e di cui si tratta anche nell’Ottuplice sentiero.  Non violenza è intesa verso gli animali, verso le persone ma anche verso se stessi.
  8. Chi insegna yoga lo fa perché non sa cos’altro fare nella vita. Io ho lasciato una carriera in ambito finanziario per insegnare yoga. Avevo altre strade davanti che potevo percorrere, semplicemente non erano quelle che volevo intraprendere.
  9. Lo yoga è per persone ricche. Lo yoga rispetto a certi sport è più caro, è vero.  Forse dipende dal fatto che non c’è solo una preparazione fisica ma anche una spirituale.
  10. Lo yoga è per giovani. Ditelo a Ms Porchon-Lynch un’insegnante di yoga che ci ha lasciato da poco e che ha praticato fino a 101 anni! Se si rispettano i limiti imposti dal proprio corpo, si può fare yoga finché si vuole!
  11. Fare yoga è noioso. Fare yoga può essere terribilmente noioso, vi do ragione. Pensate ai tempi del liceo: alcuni professori erano molti noiosi e altri, invece, vi hanno fatto innamorare della materia che insegnavano. Cercate chi vi farà innamorare dello yoga
  12. Lo yoga è per donne. Sono convinta che ci sia stata una grande manovra di marketing che abbia reso questa disciplina più popolare tra le donne; anche il fatto che alcune attrici di Hollywood abbiano iniziato a praticarlo prima che fosse così diffuso, ha contribuito all’idea che lo yoga fosse una pratica prettamente femminile. Lo yoga è per tutti. In alcune posizioni, come tutte le posizioni di equilibrio sulle braccia e sulle mani, sicuramente la forza che ha un uomo può essere un fattore che lo avvantaggia. La flessibilità che si riscontra più facilmente in un corpo femminile, può favorirle in altre posizioni, come ad esempio avviene per le spaccate. In realtà, non c’è una regola. La verità è che vorrei tanto che ci fossero sempre più uomini a praticare perché i benefici dello yoga si applicano ad ambo i sessi.
  13. Lo yoga non fa sudare/ Lo yoga non è un vero sport Provate a fare una lezione di vinyasa, ashtanga o power yoga e poi ditemi se non sudate 🙂 Ci sono ormai tanti stili di yoga e ad ogni stile corrisponde una certa intensità. Oltre a questo, ci sono livelli di difficoltà che aumentano più si progredisce nella pratica.

Questa lista non finisce qui! Avete altri dubbi sullo yoga per cui volete un chiarimento finale? Scrivete a info@theyogafirst.com

Share This:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email