La frase perfetta per smettere di lamentarsi

Lo so che non ci credi. Lo so che sai che non dispongo di una bacchetta magica. Però, posso dirti che leggo tanto e ho pensato ad una frase davvero semplice per permetterti di trasformare la tua prossima lamentela in una frase che denota forza e positività.

Prima di rivelarti la frase perfetta per smettere di lamentarti, vorrei che notassi quanto spesso pronunciamo frasi come:

“Ho davvero lavorato tantissimo oggi!”

“Guarda oggi non ho avuto tempo neanche per mangiare!”

“Sono davvero sfortunato in tutto!”

“Non so come farò a finire in tempo quel progetto!”

“Sono sicura che non passerò l’esame!”

“Ce l’hanno tutti con me!”

“Ho una vita terribile!”

 

C’ero cascata anche io. Mi lamentavo che il lavoro mi rendesse la vita difficile, mi lamentavo dei colleghi, mi lamentavo dei mezzi pubblici che erano lenti, degli amici che non mi capivano e del fidanzato che non era adatto a me.

Poi ho cambiato totalmente la mia vita ma, prima di questo, ho trasformato il mio modo di vedere i problemi.

Non c’è davvero ragione per cui lamentarsi.

Vuoi essere forte? Non lamentarti.

Vuoi essere produttivo? Non lamentarti.

Vuoi non perdere tempo? Non lamentarti.

Vuoi diventare più positivo? Non lamentarti.

Ok hai letto fin qui, è tempo di rivelarti la frase “magica” che ti aiuterà in questo cambiamento.

Quando stai per lamentarti, trasforma prima la frase in modo che sia più oggettiva possibile e poi aggiungi: “bene, quindi, potrò

Ecco gli esempi di prima trasformati:

“Ho davvero lavorato tantissimo oggi, bene, quindi, potrò dedicare il weekend ad oziare senza sentirmi per nulla in colpa”

“Guarda oggi non ho avuto tempo neanche per mangiare sono stato davvero impegnato, bene, quindi, potrò essere soddisfatto del mio lavoro per giorni.”

Sono davvero sfortunato in tutto. Mi sento davvero triste e sfortunato. Bene, quindi potrò dedicare del tempo a me stesso e capire se è necessario effettuare dei cambiamenti nella mia vita per sentirmi meglio.”

“Non so come farò a finire in tempo quel progetto, bene, quindi, potrò parlarne in modo serio al mio capo e chiedere se dei colleghi mi possono dare una mano o se posso estendere la scadenza.”

Sono sicura che non passerò l’esame Ho davvero paura di non passare l’esame. Bene, quindi, potrò utilizzare al meglio il mio tempo e dire addio ai social e alle uscite. Se dopo che avrò dato il 100% del mio impegno comunque non lo passerò, non mi sentirò in colpa e lo ridarò il prima possibile.”

Ce l’hanno tutti con me! Mi sento come se tutti mi giudicassero/Non volessero passare del tempo con me, bene quindi potrò passare del tempo per capire se i mio atteggiamento ha fatto allontanare le persone oppure se sono semplicemente delle mie paranoie.”

Ho una vita terribile! Non mi sento per niente bene in questo periodo, bene quindi potrò valutare cosa potrebbe farmi sentire meglio, parlarne con le persone a me più care e, se questo non dovesse bastare, potrei considerare di parlarne con un terapista.”

In generale, dobbiamo cercare di preferire il pensiero positivo rispetto a quello negativo, perché il pensiero positivo ci da energia e voglia di fare.

Il pensiero negativo, invece, ci intrappola in schemi mentali e ci fa venire voglia di arrenderci.

La prossima volta che stai per creare una lamentela provare ad inserire: “bene, quindi potrò”e poi fammi sapere come ti senti!

Ti abbraccio,

Silvi

 

Share This:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email