Meditazione Trataka: come eseguirla e a cosa serve

Trataka è un tipo di meditazione che si sposa molto con il Dharana, lo stadio o braccio di Patanjali dedicato alla concentrazione “yogica”, puoi approfondire qui.

In sostanza, con questo tipo di meditazione ci concentriamo a fissare qualcosa, in tal modo, riusciamo a calmare le fluttuazioni della mente.

Inoltre, il Trataka rientra tra le azioni che possiamo fare per “pulire” alcune nostre zone del corpo, shatkarma.

Questa tecnica aiuta a sviluppare la concentrazione proprio perché la nostra mente lavora per fissarsi su un solo oggetto.

Nelle prossime righe, ti spiegherò come eseguire questo tipo di meditazione con la luce di una candela, ma se preferisci, puoi utilizzare anche un piccolo oggetto (come un fiore, una statua di una divinità, ecc.) che sarà posto di fronte a te.

Trataka con la luce della candela, come eseguirla

  • Cerca lo spazio della casa dove hai meno distrazioni possibili intorno, trova la tua #meditationstation.
  • Siediti in una qualsiasi posizione comoda, se vuoi appoggia anche la schiena al muro o ad uno schienale. Puoi sederti su un cuscino.
  • Accendi la candela e ponila ad una distanza di almeno 15 cm da te. Se puoi, mettila all’altezza del tuo sguardo.
  • Chiudi gli occhi e rilassa il corpo, come vi faccio fare prima di iniziare la pratica di yoga.
  • Osserva il cuore della fiamma e prova a “perderti” mentre la osservi.
  • Potrebbe darsi che gli occhi inizino a lacrimare. Se, però, non ti danno fastidio continua ancora per qualche istante a fissare la candela.
    • Variante 1- Se preferisci continuare a sbattere gli occhi, puoi fissarla anche per un paio di minuti e poi li chiuderai.
    • Variante2- Se provi a non sbatterli, appena sentirai il bisogno (anche dopo pochi secondi), li andrai a chiudere.
  • Ad occhi chiusi, prova a riprodurre l’immagine della candela nella tua mente utilizzando la tua memoria visiva.
  • Stai con gli occhi chiusi per qualche minuto o fin quando sentirai di aver bisogno di fissare di nuovo l’immagine della candela nella tua testa e, allora, ripeterai il passaggio precedente.
  • Medita per almeno 5-10 minuti, puoi prolungare il tempo a tuo piacere, l’importante è di non sentire gli occhi troppo affaticati.

Secondo Swami Svatmarama, questo tipo di meditazione andrebbe eseguito in una stanza “priva di luce, senza correnti di aria e insetti”.

Sicuramente con l’utilizzo di una fiamma viva, sconsiglio anche io di tenere aperte le finestre, per quanto riguarda la luce, secondo me, dipende esclusivamente da te, da come ti senti più a tuo agio.

Infine, per quanto riguarda gli insetti, dubito che ce ne siano così tanti dove abiti e, nel caso ce ne fossero, non penso che ti disturberebbero così tanto 🙂

Se praticherai questa meditazione la mattina, ti sentirai più concentrato per l’intera giornata, se invece ti ci dedicherai la sera, ti aiuterà comunque a liberare la mente e quindi a rilassarsi.

Benefici del Trataka

  • Migliora la concentrazione, la memoria e la forza di volontà
  • Calma la mente
  • Aiuta a rilassarsi prima di dormire
  • Aiuta ad aumentare la pazienza
  • Secondi alcuni studi, riesce a bilanciare le attività dei due emisferi del cervello
  • Se fatto al buio, col tempo, può migliorare la visione notturna

Ricorda

Non sforzare i tuoi occhi.

Non fissare toppo a lungo la fiamma.

Assicurati che la candela sia appoggiata in modo stabile sulla superficie o pavimento.

Evita questa meditazione se hai problemi ai tuoi occhi.

Se vuoi fammi sapere come ti senti dopo questa meditazione, scrivimi su @silvizz.

Fai yoga e medita con me su The Yoga First Academy!

Share This:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email