Cosa c’entra il pittore Degas con i giudizi affrettati?

 

Un paio di giorni fa, ho visto un documentario sulla vita di Degas, il celebre pittore francese.

Ad un certo punto della sua vita, le sue opere iniziano ad essere sempre più astratte, con linee leggere e con meno dettagli.

Sai perché?

Prima di svelarti il motivo, vorrei che riflettessi un attimo su quante volte giungiamo a conclusioni affrettate.

Non aspettiamo di ascoltare chi ci potrebbe fornire spiegazioni.

Colleghiamo le poche informazioni che abbiamo e, di solito, in modo da penalizzare la persona che abbiamo in mente.

Un tema molto caro al mondo yogico è la sospensione dai giudizi, so che è difficile metterla in pratica.

Basta inizia a dirsi: “Non so abbastanza per arrivare ad una conclusione che giustifichi le azioni o le parole di questa persona”.

Ora è il momento di svelarti il perché Degas ha mutato il suo stile pittorico.

L’ha fatto, semplicemente, perché ha iniziato ad avere problemi alla vista.

Questo gli procurava una visione perennemente offuscata ed era più difficile per lui concentrarsi sui dettagli.

Se dovessi concludere questa breve storia con una frase, sarebbe:

Giudichiamo di meno, amiamo di più.

Qui, potrai leggere un interessantissimo articolo in cui si ipotizza come Degas vedeva i suoi stessi quadri quando aveva già problemi alla vista.

Non perderti il percorso gratuito di yoga, meditazione e motivazione! Clicca qui per scoprire cosa abbiamo fatto nelle scorse settimane.

Fai yoga e medita con me su The Yoga First Academy!

Share This:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email