Perché credo nella regola dei 20 minuti

 

Diversi anni fa ho creato questa regola: ogni giorno per almeno 20 minuti mi dedico delle attenzioni sane.

Può essere che farò sport, una passeggiata, mangerò un gelato con un’amica, mi sentirò al telefono con qualcuno che non sento da tanto, farò yoga, scriverò, leggere il libro che prende polvere sul comodino..

Può fare bene al mio corpo, al mio intelletto, al mio spirito o semplicemente al mio umore.

Non importa se sono stanca, nevica, ho il ciclo, ho avuto una giornata no..

Lo faccio e basta.

Sai perché?

Perché credo sempre di più nell’autodisciplina.

La meditazione e lo yoga mi hanno aiutato tantissimo in questo e presto te ne parlerò meglio.

L’autodisciplina serve per lavorare in modo produttivo ma anche per prendersi più cura di se stessi, almeno, questo è quello che credo io.

Prova anche tu per 1 mese, o un paio di mesi, a fare qualcosa per te TUTTI i singoli giorni e sarai piacevolmente sorpreso/a dei cambiamenti.

Non ti devi mai sentire in colpa per volerti dare attenzioni.

L’obiettivo di questa abitudine è proprio aiutarti a dare la giusta priorità a tutto e a capire che l’unico momento che abbiamo è il presente.

I problemi si possono rivolvere o si devono per forza accettare, quindi c’è una “soluzione” per tutto.

I 20 minuti sono il tempo minimo da concedersi ma ovviamente puoi sfiorare questo limite a piacere 🙂

(Lo sai che in questi 20 minuti a volte includo anche un power-nap?)

Se proverai anche tu, aggiornami scrivendo sotto questo post 🙂

Ah, se vorresti iniziare a fare yoga e meditare, dai un’occhiata alla mia scuola, The Yoga First Academy 🙂

Share This:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email